estate in valtellina, 2016, berbenno, dazio, valtellina, coppa

Come trascorrere un’estate in Valtellina

L’estate si avvicina e con essa anche il tempo di andare in vacanza. La Valtellina in quest’ambito non ha nulla da invidiare alle altre mete di montagna più note.

Estate in Valtellina:
La Valtellina offre una serie di possibili alternative per poter trascorrere una vacanza di relax, sport, avventura, a contatto con la natura e con la cultura.
Indubbiamente la natura incontaminata in alcune regioni la fa da padrona, ma non bisogna pensare ci sia solo quello. Negli ultimi anni in questa valle si sono diffuse delle attrazioni nate con lo scopo di richiamare sempre più turisti, e non solo nelle località più rinomate come Bormio, Livigno e Santa Caterina Valfurva.
In fin dei conti bisogna anche considerare che la maggior parte di coloro che trascorrono l’estate in Valtellina vogliono scappare dallo stress, dal traffico e dal caldo estivo delle città.
Per chi è alla ricerca di un po’ di avventura consigliamo un volo mozzafiato con Fly Emotion: grazie ad una speciale imbracatura si viene legati ad un carrello che scorre liberamente lungo una fune d’acciaio attraverso un’incontaminata valle montana, regalandoti attimi di pura emozione e panorami mozzafiato. Si parte da Albaredo per San Marco e si arriva a Bema, per poi ritornare in volo da Bema ad Albaredo per San Marco, volando sopra il Parco Nazionale delle Orobie.
Per maggiori informazioni potete cliccare QUI.
L’Adda, d’altro canto, offre una serie di possibilità per vivere una fantastica estate in Valtellina: si può fare rafting (per pagaiare e cavalcare le rapide di un fiume a bordo di un gommone), canyoning (uno degli sport più avventurosi a metà tra acqua, roccia ed aria, per cui ci si cala legati ad una corda, nelle insenature delle rocce e nelle cascate), kayaking (in una struttura simile a quella della canoa, l’atleta usa una pagai a pala doppia per poter avanzare) ed hydrospeed (percorrerete le rapide del fiume Adda a bordo di una specie di bob di plastica).
Per maggiori informazioni potete cliccare QUI.
In estate in Valtellina si può apprezzare il panorama ed i boschi, si possono fare lunghe passeggiate in montagna, lungo i sentieri tracciati e si possono andare a raccogliere funghi. Per i meno esperti ci sono delle piste ciclopedonali molto rinomate ed apprezzate: la via dei terrazzamenti, il sentiero Valtellina e la ciclabile Val Chiavenna. Due tappe della via dei terrazzamenti si trovano proprio a Dazio, poiché seguendo questi percorsi si va alla scoperta di paesi, chiese, edifici storici e artistici, religiosi e privati, vigne e tutto ciò che di meglio il territorio valtellinese può offrire.
A Dazio si trova quella che in dialetto è chiamata la Cólmen, una montagna alta 913 metri. Purtroppo ai giorni nostri non sono visibili tracce né del castello, né dei misteriosi cunicoli; al contrario, resta il segno ben visibile della miniera d’oro sfruttata fino alla fine del Settecento.
Un itinerario interessante è quello della via Priula, una strada del XVI secolo, fatta costruire con lo scopo di collegare la città di Bergamo a quella di Morbegno. È un mix di storia, tradizione, cultura e curiosità: a causa dei cambiamenti politici verificatisi nella regione poco dopo la sua costruzione, andò in disuso. Di conseguenza, è giunta ai giorni nostri in condizioni di assoluto degrado, finchè recentemente le varie amministrazioni locali si sono interessate al recupero di questa antica via, promuovendo itinerari ed escursioni che la valorizzino.
Da Dazio è facile raggiungere la Val Masino, dove troverete le terme e vasti prati per godere di una bella giornata di sole e di svago in compagnia di amici, magari cucinando e mangiando nelle apposite aree attrezzate per i pic-nic.
Se si parla dei sentieri che la Valtellina ci offre, vi consigliamo anche di visitare il sentiero del Tracciolino: è scavato interamente nella roccia, sovrasta il Lago di Novate Mezzola, ed ha ben 22 gallerie da attraversare, nonché lunghe pareti a strapiombo. SI tratta di una delle più spettacolari opere di ingegneria della Valchiavenna, nonché un percorso che lascia tutti a bocca aperta.
Se invece quello che state cercando è un posto dove rilassarvi, la Valtellina è perfetta anche in questo. A Bormio ci sono ben tre centri termali: Bormio Terme, i Bagni Nuovi ed i Bagni Vecchi. Se siete curiosi di sapere di cosa si tratta, vi consigliamo di cliccare QUI.

Da Dazio si raggiungono facilmente mete famose quali: Livigno, Bormio, Tirano, San Moritz ed altre località  svizzere. Non bisogna dimenticare che da Tirano parte il trenino rosso del Bernina: la ferrovia è stata inaugurata nel 1910 per aiutare lo sviluppo turistico e culturale delle zone attraversate dal treno. È considerata un fiore all’occhiello dell’ingegneria del XX secolo, poiché si muove su un dislivello di più di 1800 metri e riesce a percorrere, con qualsiasi condizione atmosferica, ripidi pendii montani, passi, gole ed insenature profonde, desolate zone in pianura ed anche alcune delle pendenze più ripide al mondo. Non a caso dal 2008 fa parte del patrimonio dell’umanità dell’UNESCO.
Se preferite le gite culturali, il posto più vicino da visitare è indubbiamente il torchio di Cerido: il torchio veniva messo a disposizione delle numerose famiglie della zona che non potevano permettersi un attrezzo così costoso. L’edificio, diventato oggi un museo, visitabile su prenotazione, ospita anche un antico frantoio oleario e una raccolta di attrezzi tradizionali per la vendemmia e la vinificazione.
Il museo civico di storia naturale di Morbegno è stato istituito nel 1974 nel settecentesco palazzo Gualteroni. Questo museo è il più grande museo scientifico della provincia di Sondrio, nonché uno dei più importanti della Lombardia. Tutte le sue attività sono rivolte all’incremento e alla diffusione della conoscenza degli aspetti naturalistici del territorio provinciale.  Per maggiori informazioni potete cliccare QUI.
Considerate che da Dazio in circa 30 minuti in automobile si raggiunge il lago di Como, dove potrete mangiare un bel gelato, passeggiando lungo le sponde del lago. Se poi è una bella giornata, potrete approfittarne per godere di un po’ di sole.
Dazio e gli altri paesi della Costiera dei Cech in estate prendono vita: tanti sono i milanesi ed i romani che hanno le case estive qui e che per sfuggire dallo stress della metropoli ogni anno tornano in Valtellina.
L’Albergo Ristorante Coppa organizza per voi numerosi eventi e tanti piatti nuovi, per allietare le vostre serate e la vostra estate in Valtellina.

estate in valtellina, coppa, dazio, valtellina

Se avete deciso di passare le vostre vacanze in Valtellina ma non sapete dove alloggiare potete cliccare QUI per vedere le offerte del Coppa!